La storia della pinza e il pappagallo: come aumentare le performance aziendale

Se vuoi sapere come aumentare la performance aziendale, leggi questo articolo perché ti racconterò una breve storia che ha proprio questo scopo, cioè farti comprendere come spesso le nostre abitudini sembra che siano la cosa migliore, ma in realtà ci complicano solo la vita!

Hai presente la pinza a pappagallo? E’ quella nella foto a fianco.
Anche se non sei pratico di bricolage e lavoretti vari, secondo me qualche volta l’hai utilizzata o comunque l’hai vista usare.

Quando ero ragazzino, per lungo tempo è stato praticamente l’unico attrezzo a mia disposizione e che sapevo usare (la mia era rossa, me la ricordo ancora). Che cos’ ha di speciale? Di fatto niente, non fosse che è un attrezzo veramente utile. Grazie ad essa infatti, riuscivo a fare un po’ di tutto. Viti grandi, piccole, tubi…. Insomma utilizzandola, avevo veramente l’idea di avere tutto ciò che mi serviva per fare i miei lavoretti.

Mi ricordo ad esempio, che ci smontavo il motorino. C’era magari da cambiare il filo della frizione, o da cambiare qualche pezzo che avrebbe aumentato enormemente la velocità di punta (1 o 2 km/ora in più di solito….), o che avrebbe dato un look nettamente più adatto ad attirare l’attenzione delle ragazzine della scuola.
Insomma ci passavo dei pomeriggi interi. Il tempo a disposizione c’era. Erano i soldi per portarlo dal meccanico che mancavano. E quindi avanti tutta con l’unico attrezzo a mia disposizione, e l’unico che immaginavo esistesse. Qualche volta la sera mi trovavo con dei pezzi avanzati, ma alla fine, in qualche modo il motorino andava.

Probabilmente inizierai a chiederti: “cosa c’entra tutto questo con me e su come aumentare la produttività aziendale?”

Ancora un attimo e ci arriviamo. Lasciami aggiungere il pezzo finale di questo piccolo ricordo autobiografico.
Un pomeriggio, che avevo deciso di dedicare ad un qualche cambiamento fondamentale al mio motorino (marmitta nuova, getto del carburatore, o cose simili), trovo il garage di fianco al mio aperto e il mio vicino di casa dentro che stava facendo un qualche suo lavoro.
Era un signore molto simpatico e a cui andavo a genio. Mi vide trafficare con la mia pinza a pappagallo e venne a vedere cosa stavo combinando. Mi salutò, sorrise e mi disse: “Roberto, guarda che esistono anche altri attrezzi, molto più comodi e specifici…”.
Entrò nel suo garage ed uscì con quella che per me in quel momento era una “scatola magica”; una cassetta piena di strumenti di ogni genere e forma (molti dei quali mai visti prima), ne prese alcuni e mi spiegò come utilizzarli per fare i miei lavoretti.

Risultato? Tempo di esecuzione del lavoro dimezzato! Un successo mai visto.

Adesso dovrebbe iniziare ad essere più chiaro il perché di questa storiella no?
Probabilmente anche tu, con la tua azienda, ti trovi per molti aspetti, nella situazione in cui mi trovavo io con il mio motorino. Magari neanche lo sai, ma continui a svolgere molte delle attività necessarie a condurre il tuo business con metodi e strumenti che utilizzi da sempre e quindi per te sono i migliori. Magari gestisci le mail con interfacce web o programmi che non ti aiutano a gestire queste comunicazioni ormai così numerose e importanti oppure, ancora segni i tuoi appuntamenti da qualche parte, spesso senza riuscire a condividerli automaticamente con i tuoi colleghi e senza poterli assegnare ai clienti oppure, passi tempo a decidere come organizzare sul PC il tuo sistema di cartelle e sottocartelle per cercare di dare un ordine alla enorme quantità di file oppure, sprechi un sacco di tempo per impostare comunicazioni che spesso, proprio perché richiedono molto tempo, non vengono proprio fatte, e così via.

Insomma, anche tu molto probabilmente usi la tua “pinza a pappagallo”, cioè strumenti ai quali sei abituato, più o meno adatti a svolgere le tue attività classiche. Il problema è che questi strumenti, se anche ti sembrano comodi ed efficaci, spesso sottraggono tempo prezioso ad altre attività più specifiche e a maggiore valore aggiunto per il tuo business. Quelle che possono fare la differenza tra te e i tuoi concorrenti, che ti possono aiutare VERAMENTE ad aumentare gli utili!

Esistono alternative? Esiste la “scatola magica” che ti permette di fare le stesse cose nella metà del tempo e più comodamente anche per la tua professione? Certo che si!

Ecco come aumentare la produttività aziendale

Oggi, grazie alla tecnologia, esistono strumenti fantastici che ti permettono di gestire con un’unica interfaccia le tue mail, le telefonate, gli appuntamenti, le attività, i documenti, insomma tutto quello che fa “girare” il tuo lavoro, in modo molto più efficiente (ed anche efficace).
Forse ti starai a questo punto domandando se i sostituti della tua “pinza a pappagallo” sono alla tua portata. E magari stai pensando: “ si certo, ma io non ho tutti questi soldi da spendere per gli attrezzi… sto già facendo i salti mortali per mandare avanti la baracca, figuriamoci…”

Ho due notizie per te: Una bella ed una (potenzialmente) brutta.

  1. Notizia bella: siamo in un momento in cui ci sono strumenti di produttività fantastici, a cifre assolutamente accessibili. Non servono budget particolarmente alti. Spesso è sufficiente ridurre alcuni costi fissi generali (es: telefonia, energia, connettività), per recuperare le cifre che servono ad attivarli. E noi se vuoi ti possiamo aiutare anche in questo.
  2. Notizia (potenzialmente) brutta: se non ti decidi ad abbandonare la tua “pinza a pappagallo” e a farti aiutare da qualcuno esperto in produttività, che sappia guidarti nella scelta dei migliori strumenti, specifici per la tua professione, delle tue esigenze e tenendo conto delle tue disponibilità, sei fritto!

Se non inizi subito ad occuparti di come aumentare la produttività aziendale, gestendo al meglio i tempi delle attività principali della tua professione, la fatica che fai oggi è destinata ad aumentare fino a diventare insostenibile.
Tutto il tuo tempo verrà mangiato da attività che non sono riconosciute come importanti né dai tuoi clienti né dal tuo conto corrente.

Non avrai MAI tempo per formarti ed accrescere la tua professionalità in modo da poter essere riconosciuto come un punto di riferimento nel tuo settore e magari anche sbaragliare la concorrenza, non avrai MAI tempo per dare la svolta che serve alla tua professione

Per concludere e riassumere, la sopravvivenza prima e la prosperità poi, della tua attività, oggi sono sempre più legate alla capacità che hai di organizzarti al meglio e dedicare così la maggior parte del tempo ad attività a valore aggiunto, eliminando o riducendo le attività inutili e poco redditizie (pensa a quali potrebbero essere).

Per poter fare questo, devi fare uno sforzo ed abbandonare la tua “pinza a pappagallo” per poi attrezzarti al più presto di strumenti di produttività specifici per la tua professione; ne esistono diversi ed hanno un costo assolutamente accessibile.

Per scegliere i giusti strumenti, e magari trovare il modo di recuperare i soldi che servono per averli riducendo qualche costo generale, devi farti aiutare da esperti specializzati sul come aumentare la produttività aziendale, che ti sapranno consigliare al meglio dopo un’ attenta analisi.

Spero di aver reso bene l’ idea.

P.S.: il motorino era un fantastico Garelli a 3 marce con una bellissima marmitta modificata e che, con vento a favore, raggiungeva anche la ragguardevole velocità dii 47 Km/ora.

Related Post